Il legno Massello

Il legno Massello

Il legno massello nelle cucine in muratura: come un diamante, sboccia tra le dita dell’artigiano.

Ogni volta che evochiamo la ruvida compattezza del legno non possiamo che riconoscerlo come il protagonista indiscusso dei paesaggi montani che ci circondano. Il legno sa infondere una sensazione di genuinità e di tradizione immutabile, svolgendo perfettamente il compito di ponte saldo tra il passato, il presente ed futuro anche quando non è che la squisita materia prima di soluzioni d’arredo come le cucine in muratura.
Ogni ambiente casalingo in cui sia predominante la presenza del legno acquisisce con naturalezza una piacevole sensazione di calore e di familiarità: le suggestioni che sa evocare sono così profonde e vivide che non ci serve davvero chiudere gli occhi per riuscire a percepire il profumo dell’arrosto che rosola lentamente sul fuoco, la presenza di un mondo ricco di vita appena fuori dalla finestra, il sapore di quelle mele colte da poco e lasciate a stuzzicare i sensi dentro quel cesto di vimini sopra il tavolo..!
Sono queste le sensazioni a cui i nostri artigiani si ispirano e che cercano di trasmettere in ogni creazione: quando scelgono il legno massello più adatto alle cucine in muratura che devono realizzare, sono consapevoli del fatto che è la squisita perfezione della natura che stanno portando in casa tua.

Come ci piace ricordare, il legno massello deriva principalmente dal durame, ovvero da quella parte dell’albero che, assolvendo la funzione di nucleo da cui si sviluppa la sua intera esistenza, ha spiccate qualità di resistenza e versatilità. Ma non solo. Proprio per le sue origini, siamo certi di valorizzare ulteriormente la sua bellezza quando diciamo che è una materia viva, che restituisce profonde soddisfazioni alle mani che la sanno plasmare.

Nel momento in cui un artigiano comincia a dedicarsi al processo di creazione che lo porterà, assieme ai nostri designer, a sviluppare nuove cucine in muratura, o sartoriali, dalle diverse caratteristiche e qualità, sa che dovrà tenere conto di alcuni parametri fondamentali:

  • il legno deve essere in grado di resistere a sbalzi termici non indifferenti, determinati tanto dalla temperatura dell’ambiente esterno quanto dal ruolo a cui è destinato: supportarti nei tuoi esperimenti culinari, che si tratti di un tiepido minestrone invernale, una soffice pizza a lievitazione naturale, od anche solo una fresca e rilassante tisana della sera;
  • lo stesso legno deve poter sopportare la costante formazione e dissolvenza dell’umidità rilasciata dal piano cottura e dall’acqua corrente, quanto dalle caratteristiche climatiche della cucina;
  • il legno deve essere, inoltre, abilmente trattato in modo da ridurre al minimo (se non, del tutto) la presenza di fenomeni come la fessurazione ed i cambiamenti strutturali determinati dagli agenti esterni con cui entra in contatto.

Il massello possiede già in natura una percentuale variabile e potenzialmente alta di umidità: per questo motivo il suo trattamento nelle cucine in muratura, tra cui il processo di essiccazione a cui deve essere sottoposto per periodi determinati contestualmente alla lavorazione, non può essere affidato a mani che siano meno che abili. Saper sfruttare questa caratteristica del massello significa riuscire a valorizzare la facilità con cui il legno sa rilasciare in periodi ciclici l’umidità di cui si impregna!

Un artigiano che sia maestro della propria arte è consapevole di quanto valida sia la natura come alleata quando le sue innumerevoli potenzialità vengono sfruttate nel rispetto dei suoi ritmi e delle sue innate particolarità. Modellare il legno, d’altra parte, richiede proprio questo: la capacità, da parte del falegname, di plasmare – non, modificare – il dono che ha tra le mani! Come potrebbe, l’artigiano, mantenere inalterata la meravigliosa perfezione di tutti i nodi, di tutte le varietà cromatiche, di tutte le fantasiose fessurazioni che impreziosiscono il legno, se le sue mani fossero portate alla distruzione, piuttosto che alla creazione? Se le sue mani non possedessero quella speciale sensibilità che ci permette di percepire tutto il fascino antico ed il familiare calore che la natura ci trasmette attraverso il legno?

Un albero per ogni esigenza!

Esistono, naturalmente, alcune tipologie d’alberi che si prestano meglio alle esigenze delle nostre cucine in muratura, e con risultati che non potremmo definire meno che capolavori: queste varietà vengono selezionate dagli operatori esperti di Fonte del Rustico in base a specifiche caratteristiche di durevolezza, versatilità, colore, disposizione di nodi e venature. Nonché di nazionalità: tutte le nostre selezioni sono rigorosamente italiane! Come potrebbero, diversamente, ispirare quella stessa, profonda passione per le cose vere che proviamo quando ci affacciamo sulla natura viva ed incontaminata delle nostre montagne?

Gli alberi che prediligiamo sono, specificamente:

  • il castagno: una pianta specialmente longeva, adatta per uno stile essenziale e sobrio;
  • il noce nazionale: tradizionalmente il più duro e resistente, come ci si aspetta dal principe dei legni;
  • il ciliegio: uno sfoggio di compattezza capace di dare vita a deliziose finiture;
  • il rovere: come ogni quercia, sa ispirare una bellezza ed una versatilità immutabili nel tempo.

Ognuno di essi può vantare tutte le caratteristiche che permettono al legno, sotto gli strumenti dei nostri artigiani, di venire sapientemente modellato in cucine in muratura ed elementi di arredo, ma anche in oggetti e sculture dallo scopo prettamente ornamentale e decorativo: statuette o bassorilievi con soggetti comuni, folkloristici, artistici od interamente personalizzabili, destinati ad acquisire valore nel tempo proprio grazie alla natura viva e densa di carattere che contraddistingue il legno!

Naturalmente gli artigiani di Fonte del Rustico, sempre affiancati dai nostri designer, sapranno proporti soluzioni adeguate per valorizzare pienamente le qualità cromatiche e tattili del legno che avrai scelto per le tue cucine in muratura, proponendoti le finiture più adatte al tuo stile: in questo modo potrai sbizzarrirti liberamente fra sensazioni armoniche o discordanti, calde e fredde, ruvide e vellutate, moderne e tradizionali. Ed ogni creazione commissionata dai tuoi desideri saprà trascendere l’attualità delle tendenze e custodire un frammento della tua anima e del tuo carattere di generazione in generazione!

Fonte del Rustico si trova in provincia di Cuneo a Borgo San Dalmazzo in Via Garibaldi 88 (Orari: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00 Aperto il Venerdì, il Sabato e la Domenica) e a Verbania Pallanza in Via Ruga 20 (Orari: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00 Aperto il Venerdì, il Sabato e 3 Domeniche al Mese)